Da sabato 31 maggio la terza edizione della mostra di capolavori con tecnica dell’Aemilia Ars

Il merletto come opera d’arte: terza edizione della  mostra dell’Associazione culturale “Il merletto di Bologna”

Dall’1 all’8 giugno all’Oratorio dei Teatini (Strada Maggiore 4) in esposizione capolavori realizzati con l’antica tecnica dell’Aemilia Ars
Inaugurazione sabato 31 maggio 2014 ore 16.30

In mostra anche opere antiche provenienti da collezioni private, tra cui la prima tovaglia con la straordinaria passeggiata dei pavoni realizzata Antonilla Cantelli.

invito2014
Ci sono opere d’arte che non sono contenute nei musei, ma nei cassetti di alcuni fortunati. E c’è un’arte, nata sotto le Due Torri, che si tramanda da secoli attraverso l’insegnamento di pochissime vere esperte di questa tecnica, semplice e al contempo sofisticata. Si tratta del merletto ad ago realizzato secondo la scuola tutta bolognese dell’Aemilia Ars, un genere molto particolare che – non a caso – ha attirato più l’attenzione degli architetti e dei disegnatori che delle ricamatrici. Anche perché non si tratta propriamente di un ricamo, ma di un punto “aereo” che sembra poggiare sul nulla, se non su di una trama di punti d’appoggio studiati con una precisione quasi ingenieristica.